LE REGOLE PER I PRODUTTORI E L'ETICHETTA DI OMOLOGAZIONE

Tutte le aziende che producono seggiolini auto devono rispettare le prescrizioni della Direttiva Europea ECE R44 che definisce i criteri di progettazione, omologazione e produzione.

Prima di essere immesso sul mercato ciascun prodotto viene sottoposto ad un’apposita procedura d’omologazione da parte di laboratori certificati che assicura al consumatore che il seggiolino auto soddisfi i parametri previsti dalla legge.

Ogni seggiolino prodotto e omologato in conformità alle normative è provvisto dell’etichetta di omologazione.

Questa etichetta arancione rappresenta una sorta di carta d’identità del seggiolino auto ed indica le sue caratteristiche fondamentali. Prima dell’acquisto è importante verificare che l’etichetta sia presente sul prodotto, generalmente applicata sul retro o sulla base del seggiolino e facilmente riconoscibile, poiché di colore arancione.

Marchio/Azienda

Marchio/Azienda

Compatibilità con le auto

Gruppo di massa/Fascia di peso

Marchio di omologazione
Il nr. È riferito al Paese che rilascia l'omologazione
(1 Germania, 2 Francia, 3 Italia, 4 Paesi Bassi, 5 Svezia, 11 UK)

Numero di omologazione

Numero progressivo di produzione (Lotto)

Normativa di riferimento

USATO NON GARANTITO

L’utilizzo di seggiolini di seconda mano è sconsigliato: questi infatti potrebbero essere stati danneggiati o usurati anche in modo non visibile.

E’ importante non utilizzare seggiolini che sono stati coinvolti in un incidente. I test dinamici fatti in laboratori certificati che simulano gli incidenti su strada, hanno dimostrato che alcune parti del seggiolino,
già sottoposte a sollecitazione, possono cedere più facilmente.

Inoltre, i seggiolini usati, spesso sono sprovvisti di libretto
d’istruzioni, indispensabile per un’installazione
e un utilizzo corretti.

Artsana S.p.a. — Copyright 2012 — partita iva 123172744583945 — info@artsana.it